Torneo di Pallavolo AVT 2012 – Capitolo II – Aderiamo VS All Beck’s

Usciti sconfitti dalla precedente partita contro i Bamboucia, con la squadra dimezzata e il morale leggermente a terra, abbiamo affrontato i temibili All Beck’s con più dubbi che certezze. Iniziato il riscaldamento, la prima cosa che balza all’occhio è l’incredibile padronanza nel palleggio e la potenza delle schiacciate di alcuni tra gli avversari. Al fischio d’inizio siamo un po’ incerti ma la formazione studiata è buona e resistiamo ai primi colpi, alternandoci con il punteggio senza che nessuna delle due squadre prenda il sopravvento. Improvvisamente qualcosa cambia nel nostro gruppo, con un tacito accordo ci diciamo che ce la possiamo fare veramente: questa semplice consapevolezza capovolge la situazione, un Enrico Capoferri sopra le righe dà il via a un nuovo stile di gioco, che trascina la squadra e moltiplica l’energia. Supportati dalla nostra splendida tifoseria e incoraggiati da una spumeggiante Chiara Cavalleri siamo inarrestabili: un gioco fluido, la difesa buona e l’attacco devastante bastano a destabilizzare la concentrazione degli All Beck’s e riusciamo a vincere il primo set per 25-18.

Il set successivo è l’esatto opposto: gli avversari tirano fuori gli artigli, noi apportiamo qualche modifica alla formazione ed effettuiamo qualche cambio. Ancora estasiati dalla vittoria del set precedente, non ci rendiamo conto che gli All Beck’s sono più determinati di prima, iniziamo a subire un distacco di cinque punti ed è il panico totale: sbagliamo tutto, il nostro attacco si blocca e non siamo in grado di fare punto. La coach Chiara è costretta a chiamare “tempo”, per farci schiarire le idee e riposarci un po’. Sembra funzionare inizialmente, ma gli All Beck’s sono implacabili e per ogni nostro sbaglio fanno due punti: il distacco è esagerato, e chiudiamo con un pesante 25-12 per loro.

Rimettiamo la testa a posto e iniziamo l’ultimo set con la consapevolezza della forza dei nostri avversari. Il punteggio si alterna sempre con un distacco massimo di un punto, e arrivati a 9 c’è il cambio campo: con un incredibile sprint mettiamo tre punti tra noi e i Beck’s, per poi alternare la palla fino al punteggio finale di 15. Abbiamo vinto. Stentiamo ancora a crederci, perché gli All Beck’s sono tra gli avversari più temibili del girone, ma a differenza della precedente sfida con i Bamboucia in cui era prevalso il gioco individuale, questa volta il gioco di squadra e l’aiutarci l’un l’altro ci hanno portato alla vittoria. È stato un duello veramente combattuto da entrambe le parti, e la reciproca stima e gratitudine per la splendida partita offerta, fanno emergere il vero significato dello sport.

Bisogna andare oltre il risultato: il divertimento e il rispetto reciproco sono i pilastri di questo gioco, proprio per questo si affronta con un sorriso anche la partita più difficile!
Vi aspettiamo Mercoledì 11 saremo contro il Rufus Team, accorrete numerosi.