Considerazioni su Cigli Puliti – VII edizione

Sabato 25 ottobre, in una sola giornata, abbiamo raccolto più di una tonnellata e mezza di rifiuti abbandonati sul nostro territorio.
Quando guardiamo in televisione le immagini della Campania, inorridiamo per l’inciviltà che porta gli abitanti a gettare l’immondizia per strada.
Avete mai fatto un giro per le campagne di Adro? O una passeggiata in Bolesina o sul monte? Passate mai nelle nostre zone industriali?
Non si tratta più, se mai lo è stato, di un fenomeno collegato alla presenza di accampamenti di zingari o a qualche famiglia di extracomunitari non inseriti nelle “dinamiche civili”.
A Adro e a Torbiato ci sono persone che, la sera, preparano fuori dalla porta il sacco dell’immondizia e la mattina dopo, nell’andare al lavoro, se lo portano in macchina e lo lanciano dal finestrino.
A Adro e a Torbiato ci sono persone che, il sabato pomeriggio, tagliano l’erba nel giardino della loro bella villetta, la mettono in sacchi di plastica, li chiudono bene e poi li vanno a buttare sul ciglio di una strada di campagna.
A Adro e Torbiato ci sono genitori che non fanno mancare niente ai propri bambini, comprano loro vestitini di marca e giochi costosi. Quando questi regali non servono più, il padre (un buon padre di famiglia) riempie il bagagliaio della sua auto e scarica tutto in un campo. Tutto. Spade laser, piste telecomandate, flipper dei gormiti, giacche, pantaloni, i puffi, action man e una scrivania completa di seggiolina di plastica. Tutto, anche la foto dei bambini.
Stiamo parlando di criminali che non sono sconosciuti, incivili e forestieri. Stiamo parlando dei “nostri”, di gente di Adro, di Torbiato, della provincia di Brescia. Stiamo parlando di alcuni di noi. Di alcuni di voi.

IMG-20141025-WA0028

INChiari Week 31/10/2014

INChiari Week 31/10/2014