Archivio della categoria: Ambiente

Per fare un albero ci vuole un blog

Il World Wide Web, dalla nascita dei primi siti Web al successo dei social network, è ormai entrato a far parte del nostro quotidiano, al punto che sarebbe molto difficile oggi vivere senza. Un mondo virtuale che però inquina enormemente il mondo reale in cui viviamo. Per fare qualche esempio, una semplice e-mail, di quelle che mandiamo tutti i giorni, produce qualche grammo di CO2, mentre un blog ne produce in media 3,6 in un anno (poco meno dei 5 kg di anidride carbonica che un albero assorbe nello stesso periodo di tempo per trasformarla in ossigeno). Numeri irrisori se presi singolarmente, ma che diventano preoccupanti se si pensa ai circa 155 milioni di siti presenti oggi nel Web e ai 250 miliardi di e-mail che vengono spedite ogni giorno. Solo Facebook, in un anno, inquina quasi quanto la città di New York e entro il 2020 il fabbisogno energetico totale del World Wide Web corrisponderà a quello di di Francia, Canada, Germania e Brasile messi assieme. Una situazione davvero incredibile e preoccupante, se pensiamo che ad oggi il carbone è ancora la primaria fonte energetica dei data center che forniscono i servizi Web che utilizziamo.

co2-consumo_itAnche se qualcosa nei grandi colossi del Web come Google si sta già muovendo, prediligendo ove possibile le fonti rinnovabili, anche noi piccoli blogger possiamo fare qualcosa per prevenire il disastro ambientale. Come? Aderendo a una delle varie iniziative di riforestazione, come quella promossa dal sito DoveConviene.it, facendo piantare gratuitamente un albero. L’iniziativa è molto semplice e, segnalando il proprio blog e scrivendo un articolo di presentazione, verrà piantato un albero che sarà in grado di neutralizzare la produzione di CO2 del blog per circa 50 anni. Sul sito sono riportare tutte le informazioni in merito.
Noi di Aderiamo abbiamo deciso di partecipare a questa bella iniziativa e invitiamo tutti voi a fare lo stesso cliccando qui.

Il tassello (di cemento) mancante: la conurbazione di Clusane-Paratico

Quest’oggi vorremmo richiamare la vostra attenzione su un caso specifico: un fatto che accade molto vicino a noi, appena oltre il Monte Alto.

Prendendo spunto anche da una segnalazione dell’Associazione Monte Alto, ci limitiamo a riportare tre articoli tratti dal Bresciaoggi e dal blog di Partecipazione Civica Cortefranca, le immagini dell’area interessata all’operazione e a porre un nostro interrogativo.

Vale la pena di cementificare ovunque, anche in zone sensibili, corridoi ecologici, zone di pregio paesaggistico? Per ottenere nuovi vani abitativi, quando ovunque abbondano gli appartamenti sfitti? Per ripianare con qualche spicciolo di oneri di urbanizzazione i bilanci comunali? Gli amministratori locali pensano al territorio che resterà alle generazioni future?

Citando il Forum di Salviamo il Paesaggio, “L’integrità del paesaggio è la principale garanzia per il futuro del nostro Paese, del turismo, della nostra agricoltura e dei nostri prodotti tradizionali, della salubrità dei luoghi in cui abitiamo e della biodiversità naturale ivi presente”.

Nella speranza che gli accorgimenti “ecocompatibili” come le recinzioni rialzate o i tunnel sotto la strada provinciale si rivelino in qualche modo efficaci una volta ultimato lo scempio, invitiamo tutti a tenere ben aperti gli occhi e a pressare e vigilare sull’operato delle Amministrazioni affinchè i territori più sensibili a livello di ecosistema vengano adeguatamente preservati e tutelati.

Ecco i link agli articoli:

http://www.bresciaoggi.it/stories/dalla_home/448278_clusane_perde_lultimo_bosco_vista_lago/?refresh_ce

http://partecipazionecivicacortefranca.blogspot.it/2011/12/tutti-i-nodi-vengono-al-pettine.html

http://www.bresciaoggi.it/stories/Provincia/312429__quel_villaggio_turistico_ingoier_i_rospi/?refresh_ce

p.s. Doveroso riportare anche l’articolo e l’interessante intervista realizzati un anno fa da Radio Onda d’Urto sullo stesso tema… Li trovate di seguito:

http://franciacorta.radiondadurto.org/2012/01/04/iseo-cemento-in-riva-al-lago/

E le immagini dell’area in questione:

PartecipazioneCivicaCortefrancaBresciaoggidallaltoProveniendoDaClusaneGuardandoPredoreProveniendoDaParatico

Operazione Muri Puliti – 16 Giugno 2012

Una buona giornata agli amici e ai lettori.
Come molti sapranno o avranno osservato in prima persona, Sabato 16 Giugno una piccola parte del centro di Adro ha cambiato faccia: si è infatti tenuta l’Operazione Muri Puliti da noi pensata e portata a termine.
Qui sotto trovate il video dedicato all’iniziativa:

Un solo commento a distanza di qualche giorno: anche tra gli entusiasti dell’iniziativa in molti hanno pronosticato l’alta probabilità di nuovi graffiti sullo stesso muro.
Siamo convinti che il miglior deterrente contro l’insorgere di vandalismi sia la cura degli spazi propri della vita pubblica.
Uno spazio già degradato o compromesso viene spesso danneggiato “a cuor leggero”, mentre il rispetto per il lavoro altrui, che è generalmente molto sentito, frena anche chi parte con le peggiori intenzioni.

Continuate a seguirci!